Il permesso di lavoro

Quando e come richiederlo

Per assumere un cittadino extracomunitario e ottenere un permesso di lavoro, un’azienda deve dimostrare che il futuro impiegato possegga una serie di qualifiche legate alla posizione che andrà a occupare e che già non le abbia nessun candidato dell’Unione Europea.

Il permesso di lavoro

Sebbene non sia impossibile soddisfare questi requisiti, molte piccole aziende non sono disposte ad interessarsi alla questione, a meno che non siano a corto di personale.

I cittadini dell’Unione Europea non necessitano di un permesso lavorativo. Per i cittadini extracomunitari è invece indispensabile, incluso un documento residenziale, i quali si possono richiedere contemporaneamente. Il tipo di permesso dipende dall’attività che pensi di intraprendere.

I seguenti permessi sono i più richiesti in Spagna:

  • Tipo B – Per coloro che possiedono un’offerta di lavoro da parte di un’azienda per una precisa attività e una determinata area geografica. Dopo un pò di tempo trascorso in Spagna potrai richiedere il permesso di poter svolgere qualsiasi tipo di attività in tutto il Paese.(Tipo B o C).
  • Tipo A – Rilasciato per un lavoro temporaneo come quelli che hanno a che fare con la costruzione o l’istallazione di determinate apparecchiature, ecc.
  • Tipo T – Rilasciato per lavori a termine breve, come quelli di consulenza.
  • Tipo D – Per i liberi professionisti. È rilasciato per una determinata attività in una precisa area. Su rinnovo, questo permesso può essere esteso a qualsiasi tipo d’attività in qualsiasi parte del Paese.

Per maggiori informazioni sui permessi di lavoro, ti consigliamo di domandare all’Ambasciata o al Consolato spagnolo più vicino nel tuo paese d’origine. Inoltre, a meno che non ti piacciano le faccende burocratiche legali, ti raccomandiamo di contattare un assistente legale che si occupi di tutte le procedure necessarie. Tutto questo processo dura dai 2 ai 6 mesi, perciò sii preparato ad una lunga attesa.

Sebbene non sia impossibile soddisfare questi requisiti, molte piccole aziende non sono disposte ad interessarsi alla questione, a meno che non siano a corto di personale.

I cittadini dell’Unione Europea non necessitano di un permesso lavorativo. Per i cittadini extracomunitari è invece indispensabile, incluso un documento residenziale, i quali si possono richiedere contemporaneamente. Il tipo di permesso dipende dall’attività che pensi di intraprendere.

I seguenti permessi sono i più richiesti in Spagna:

  • Tipo B – Per coloro che possiedono un’offerta di lavoro da parte di un’azienda per una precisa attività e una determinata area geografica. Dopo un pò di tempo trascorso in Spagna potrai richiedere il permesso di poter svolgere qualsiasi tipo di attività in tutto il Paese.(Tipo B o C).
  • Tipo A – Rilasciato per un lavoro temporaneo come quelli che hanno a che fare con la costruzione o l’istallazione di determinate apparecchiature, ecc.
  • Tipo T – Rilasciato per lavori a termine breve, come quelli di consulenza.
  • Tipo D – Per i liberi professionisti. È rilasciato per una determinata attività in una precisa area. Su rinnovo, questo permesso può essere esteso a qualsiasi tipo d’attività in qualsiasi parte del Paese.

Per maggiori informazioni sui permessi di lavoro, ti consigliamo di domandare all’Ambasciata o al Consolato spagnolo più vicino nel tuo paese d’origine. Inoltre, a meno che non ti piacciano le faccende burocratiche legali, ti raccomandiamo di contattare un assistente legale che si occupi di tutte le procedure necessarie. Tutto questo processo dura dai 2 ai 6 mesi, perciò sii preparato ad una lunga attesa.

Ulteriori letture

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: